Navigation

Scritti inediti di Papa Wojtyla

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 aprile 2012 - 20:05
(Keystone-ATS)

Si intitola "Il Vangelo e l'arte" il libro appena uscito a Cracovia che contiene le inedite conferenze pronunciate esattamente 50 anni fa dall'allora giovane vescovo Karol Wojtyla, il futuro Beato Giovanni Paolo II. Si tratta di testi da lui preparati per gli esercizi spirituali di artisti e scrittori svoltisi fra il 16 e il 18 aprile del 1962 in una delle chiese di Cracovia.

Il messaggio principale di queste conferenze, secondo la presentazione del libro fatta dall'attuale cardinale di Cracovia Stanislaw Dziwisz, rimane sempre attuale per i credenti: Dio è la fonte della bellezza, che come "un ruscello" attraversa la vita di ogni uomo. In una delle conferenze Wojtyla pone la domanda se l'arte aiuti gli artisti a essere più uomini, in un'altra cerca di descrivere la bellezza della coscienza, dei sacramenti e della preghiera.

La pubblicazione, preparata dalla Fondazione di Giovanni Paolo II insieme con l'Istituto del dialogo interculturale di Cracovia, dimostra, secondo i commenti, come già allora il futuro Papa dedicava particolare attenzione ai problemi della cultura.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?