Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - Dopo lo scarso successo del provvedimento di regolarizzazione fiscale scaduto a fine 2009, il ministro del bilancio francese, Eric Woerth, ha proposto di "prolungare ulteriormente il provvedimento", fornendo all'amministrazione fiscale "i mezzi per operare con lo stesso spirito con tutti i contribuenti che decidano spontaneamente di rendere legale la propria posizione".
La proposta ha suscitato le immediate proteste del Sindacato della direzione generale delle finanze pubbliche, lo Snui, il cui presidente Vincent Drezet parla di "deroga che diviene la norma" e di "premio al più fortunato, che cederà a un ricatto per rientrare al minimo prezzo in Francia".
Eric Woerth, in passato, aveva più volte sottolineato il carattere "puntuale" del provvedimento, e sul ritorno a controlli fiscali "con tutto il loro rigore" alla sua scadenza.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS