Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Se Berlusconi fosse gay nessuno lo avrebbe toccato, dice Putin

"Se Berlusconi fosse stato un gay, nessuno lo avrebbe toccato con un dito": lo ha detto Vladimir Putin al club di Valdai parlando della condanna del Cavaliere ad un incontro al quale era presente anche l'ex presidente della Commissione europea Romano Prodi. "Berlusconi è sotto processo perché vive con le donne", ha aggiunto il presidente russo.

Il siparietto è nato durante uno scambio di battute tra il leader del Cremlino e Prodi, seduti l'uno accanto all'altro durante il confronto finale tra Putin e gli esperti del club di Valdai, che ogni anno riunisce politologi, giornalisti ed esponenti politici su tematiche russe e internazionali.

"Sì, so che tra voi non ci sono buoni rapporti, ma Berlusconi è sotto processo perché vive con le donne, se fosse un gay nessuno lo avrebbe toccato con un dito", ha detto il leader del Cremlino, facendo inarcare le sopracciglia a Prodi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.