Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Segreteria di Stato dell'economia (SECO) ha rivisto al rialzo le previsioni dell'andamento dell'economia elvetica per il 2011: la crescita del prodotto interno lordo (Pil) dovrebbe raggiungere il 2,1%, contro l'1,5% fin qui pronosticato. Le previsioni per il 2012 rimangono invece stabili all'1,9%.

Gli indicatori congiunturali di gennaio e febbraio sono favorevoli, ha affermato oggi la SECO in una nota. Né le indagini sulle imprese, né i consumi delle famiglie mostrano segni di debolezza.

Nonostante l'impatto negativo della forza del franco, le esportazioni svizzere hanno inoltre finora fatto registrare una forte espansione, affermano gli economisti della Confederazione. Gli effetti valutari potrebbero tuttavia rallentare la crescita dell'export durante il 2010.

Alcuni rischi esistono inoltre per quel che concerne la ripresa dell'economia globale. Molti paesi hanno ancora un livello d'indebitamente troppo elevato, ciò che impedisce una ripresa solida dell'attività. Inoltre, il rischio di una catastrofe nucleare in Giappone rappresenta un ulteriore incertezza. Per questi motivi la previsione di crescita del 2012 non è stata ritoccata.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS