Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gruppo di esperti della Segreteria di Stato dell'economia (SECO) ha rivisto al ribasso le previsioni trimestrali di crescita del prodotto interno lordo (pil) della Svizzera per quest'anno. Le stime sono ora per un 1,4%, contro l'1,5% del dicembre scorso.

Lo stesso discorso vale per il 2017, con la stima che è passata da una crescita dell'1,9% di tre mesi fa all'1,8% pronosticato oggi. Tutto questo nonostante il progressivo allentamento della morsa del franco forte, si legge in un comunicato odierno.

La crescita del pil per il 2015 è stato in compenso corretto leggermente al rialzo, più precisamente allo 0,9% dallo 0,8% di dicembre. Si tratta comunque di un dato sotto la media storica del 2%.

Sempre secondo gli esperti della SECO, si assisterà anche ad un aumento del tasso di disoccupazione, che dovrebbe raggiungere il 3,6% a fine anno, contro il 3,3% del 2015. Una leggera decrescita è invece prevista per il 2017, con il 3,5%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS