Tutte le notizie in breve

L'Anguis veronensis, o orbettino italiano.

http://www.tierwelt.ch/?rub=4495&id=44581

(sda-ats)

Ricercatori dell'Università di Basilea hanno identificato in Ticino e Mesolcina una seconda specie di orbettino. Si tratta dell'Anguis veronensis, o orbettino italiano, già noto nel sud dell'Europa ma che non era stato ancora trovato in territorio elvetico.

In Svizzera era stata infatti finora rilevata la presenza soltanto dell'Anguis fragilis, il comune orbettino, che può raggiungere i 50 centimetri di lunghezza e che viene spesso confuso con un serpente ma che - come si rileva sul sito web "Serpenti del Ticino" - è invece "un sauro, una lucertola senza zampe".

A occhio nudo le due specie praticamente non si distinguono. Le differenze genetiche sono tuttavia tali da lasciar concludere che si sono separate sei o sette milioni di anni fa, ha detto all'ats Sylvain Ursenbacher, confermando un articolo della rivista "Tierwelt".

L'orbettino è il rettile più diffuso in Svizzera. L'Anguis fragilis è considerato sulla Lista rossa elvetica delle specie minacciate come non a rischio, seppure in regresso sull'Altipiano e nei fondovalle. Il suo cugino Anguis veronensis è invece ritenuto come "vulnerabile", vista la zona di diffusione limitata.

http://www.tierwelt.ch/?rub=4495&id=44581

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve