"È un peccato. Lo dico esplicitamente, è peccato". Così il leader dell'Unione cristiano-sociale (Csu), Horst Seehofer, sulla decisione della cancelliera tedesca Angela Merkel di rinunciare alla candidatura per la presidenza dell'Unione cristiano democratica (Cdu).

Il ministro dell'interno Seehofer negli ultimi tempi ha spesso difeso posizioni diverse da quelle di Merkel, soprattutto in materia di immigrazione.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.