Accordi internazionali che consentano lo scambio automatico di informazioni bancarie sono nell'interesse della Svizzera. Con 16 voti contro 9, la commissione di politica estera del Nazionale sostiene i negoziati in questo senso con l'Unione Europea e si dice favorevole anche a un accordo con gli Stati Uniti e altri Paesi.

Il Consiglio federale ha adottato in maggio diversi mandati per applicare gli standard dell'OCSE alle relazioni fra la Svizzera e suoi partner.

Secondo la commissione, l'introduzione dello scambio automatico di informazioni porrà tutte le parti su uno stesso livello. Inoltre, migliorerà la reputazione e la competitività della Svizzera quale piazza finanziaria.

Una minoranza ha invece respinto qualsiasi negoziato di questo tipo, in nome della protezione della privacy.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.