Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Stando a dati raccolti da Swissmedic, sempre meno donne usano la pillola anticoncezionale. Lo scrive il Consiglio federale in risposta a un'interpellanza della Consigliera nazionale Prisca Birrer-Heimo (PS/LU).

Il governo precisa che una marcata flessione si nota per i preparati che possono aumentare il rischio di trombosi e di embolia polmonare, come la pastiglia Yasmin.

Tra il 2012 e il 2015, il numero di ricette per pillole contraccettive è sceso di quasi il 7%. Per i prodotti di quarta generazione, come Yasmin, si è registrato un tracollo: -56%.

Stando al Governo, questa tendenza dovrebbe proseguire, anche perché dall'imballaggio sparirà la menzione circa gli effetti benefici sull'acne. Ben trentatré preparati a base di drospirenone - come Yasmin - sono toccati da una decisione in tal senso di Swissmedic, l'Istituto svizzero per gli agenti terapeutici.

Tra il 1990 e la fine del 2015, Swissmedic ha ricevuto 16 annunci riguardanti embolie polmonari mortali che potevano essere legate all'assunzione di contraccettivi ormonali. L'ultimo caso risale al settembre scorso, precisa il Governo.

Un episodio accaduto nel 2008 è finito sulle pagine di tutti i giornali in Svizzera. Una giovane di 16 anni è stata vittima di un'embolia polmonare due mesi dopo aver iniziato ad assumere Yasmin. A causa della scarsa ossigenazione del cervello, la ragazza ha subito gravi lesioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS