Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Mauritania ha estradato in Libia Abdallah al Senussi, l'ex capo dell'intelligence di Muammar Gheddafi ricercato per crimini di guerra e contro l'umanità dalle autorità di Tripoli e dalla Corte penale internazionale. Al Senussi è arrivato nel pomeriggio a Tripoli, ha indicato il procuratore generale aggiunto Taha Baara.

Al Senussi era detenuto da mesi in una prigione di Nouakchott, la capitale mauritana, dopo essere stato arrestato: era entrato nel Paese (proveniente in aereo da Casablanca) con un falso passaporto maliano.

Intorno alla sua sorte si era determinata una situazione di stallo soprattutto per l'assenza di un trattato che regoli l'estradizione tra Mauritania e Libia. Nonostante questo, i governanti libici hanno fatto forti pressioni su quelli della Mauritania, ponendo alla base della loro richiesta di estradizione il ruolo di primissimo ruolo avuto da Senussi durante il regime di Muammar Gheddafi, di cui era uno dei più stretti collaboratori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS