Navigation

Serbia, disoccupazione al minimo storico del 7%

A far discutere negli ultimi giorni in Serbia più della disoccupazione sono state le elevate temperature, che hanno raggiunto i 34 gradi a Belgrado. KEYSTONE/AP/DARKO VOJINOVIC sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 31 agosto 2020 - 17:00
(Keystone-ATS)

In Serbia la disoccupazione è scesa al minimo storico del 7,3%, a dimostrazione della validità e dell'efficacia delle misure economiche e finanziarie messe in atto dal governo.

Lo ha detto oggi il ministro delle finanze Sinisa Mali, che ha tracciato un quadro sostanzialmente positivo della situazione economica del Paese che, ha detto, dalla pandemia ha subito conseguenze meno pesanti di tanti altri in Europa. Mali ha sottolineato che la Serbia ha stanziato a sostegno dell'economia colpita dal coronavirus l'equivalente di circa 5,8 miliardi di euro, pari al 12,5% del pil. Il calo del pil serbo, ha osservato il ministro, sarà molto più contenuto di quello di molti altri Paesi europei, e il governo non ha in programma tagli di salari o pensioni.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.