Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente serbo, Tomislav Nikolic, al termine del giro di consultazioni con tutte le forze politiche rappresentate nel nuovo parlamento di Belgrado, ha conferito oggi l'incarico di formare il nuovo governo al premier uscente, Aleksandar Vucic.

Vucic, leader del Partito del progresso serbo (Sns, conservatore), ha vinto le elezioni anticipate del 24 aprile scorso.

Parlando ai giornalisti al termine delle consultazioni con i rappresentanti dei partiti, il presidente Nikolic ha detto che solo Vucic - da lui incontrato giovedì scorso - ha presentato un preciso programma sulle priorità del futuro governo.

"Oggi è molto meglio restare all'opposizione", ha aggiunto, sottolineando le numerose sfide e il difficile compito che attendono il nuovo governo, che dovrà confrontarsi con problemi di vasta portata quali le difficoltà della Ue, la crisi dei migranti, il rafforzamento dell'estremismo di destra in Europa, la crisi economica, la necessità di attrarre nuovi investimenti in Serbia.

Nikolic ha detto di ritenere che il nuovo esecutivo sarà una coalizione fra l'Sns, il partito di maggioranza del premier Vucic, e altre forze politiche rappresentate in parlamento.

Gli osservatori ritengono che il nuovo governo sarà pronto e si insedierà entro il 10 giugno, dopo la seduta inaugurale del nuovo parlamento, prevista per il 3 giugno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS