Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BELGRADO - Una grande fossa comune con i resti di circa 250 kosovari albanesi uccisi durante il conflitto armato della fine degli anni novanta è stata scoperta nella Serbia meridionale. Lo ha detto oggi all'Ansa il viceprocuratore serbo per i crimini di guerra Vladimir Vukcevic.
"Riteniamo che in tale fossa si trovino i resti di circa 250 kosovari albanesi uccisi nella guerra 1998-1999. Abbiamo dato ordine di iniziare gli scavi", ha detto all'Ansa il viceprocuratore, secondo il quale la fossa comune si trova a Rudnica, nei pressi di Raska, nella Serbia sudoccidentale, non lontano dalla frontiera con il Kosovo.

SDA-ATS