Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Serbia, pur non facendo parte della Ue, è pronta ad accogliere un certo numero di migranti assumendosi la propria parte di responsabilità per favorire una soluzione della crisi.

"Siamo pronti a proseguire con la nostra posizione responsabile e ospitale e a lavorare con tutti gli altri Paesi europei per trovare una soluzione globale", ha detto il ministro dell'interno Nebojsa Stefanovic oggi a Ohrid, in Macedonia, dove ha incontrato i colleghi di Austria, Ungheria e Macedonia.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS