Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Bisogna poter applicare un'amnistia fiscale a livello cantonale. È quanto propone la Commissione dell'economia e dei tributi del Nazionale (foto d'archivio).

KEYSTONE/PETER SCHNEIDER

(sda-ats)

Bisogna poter applicare un'amnistia fiscale a livello cantonale.

È quanto propone la Commissione dell'economia e dei tributi del Nazionale che - con 15 voti contro 10 - ha deciso di depositare una mozione chiedendo al Consiglio federale di elaborare un disegno di legge sul tema.

L'idea è nata in seguito al ritiro di due iniziative parlamentari sulla regolarizzazione del passato fiscale.

Nello specifico, il disegno autorizzerebbe i Cantoni che lo desiderano a realizzare un'amnistia fiscale unica mediante riduzioni nell'ambito della procedura di ricupero d'imposta, si legge in un comunicato odierno dei Servizi del Parlamento.

La maggioranza della commissione osserva che a seguito di una decisione del Tribunale federale (sull'amnistia fiscale in Ticino) i Cantoni non hanno più la possibilità di introdurre una regolarizzazione del passato fiscale. Esiste un bisogno comprovato di poter decidere una tale misura, che permetterebbe di incrementare le entrate e che si giustifica in considerazione della prospettata introduzione dello scambio automatico d'informazioni.

Una minoranza ha invece ritenuto che questa misura, oltre ad essere contraria alla moralità fiscale, andrebbe solo a beneficio dei contribuenti meno onesti. Inoltre, una modifica legislativa non cambierebbe il fatto che, come stabilito dal Tribunale federale, un'amnistia fiscale non rispetterebbe i principi costituzionali sul tema, come l'universalità dell'imposta, la parità di trattamento e l'imposizione secondo la capacità contributiva.

Lo scorso dicembre le Camere avevano respinto l'amnistia fiscale proposta da una mozione del consigliere nazionale Fabio Regazzi (PPD/TI). Il plenum aveva infatti ritenuto che la possibilità introdotta nel 2008 della denuncia spontanea non punibile fosse già sufficiente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS