Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Concentrare i poteri a livello Ue?

KEYSTONE/MARTIN RUETSCHI

(sda-ats)

Un "Tesoro dell'area euro", con a capo "un ministro delle Finanze dell'Ue", che sarebbe anche il presidente dell'Eurogruppo e dell'Ecofin e che potrebbe anche far parte della Commissione Europea, come incaricato dell'Unione economica e monetaria.

È una delle proposte, riservata ad una "fase ulteriore" dell'approfondimento dell'Unione economica e monetaria, tra il 2020 e il 2025, avanzate dalla Commissione Europea nel "Documento di riflessione su come rendere più profonda l'Unione economica e monetaria", diffuso oggi.

Dato che la Commissione "già oggi svolge compiti di sorveglianza centralizzata sull'economia e sui bilanci", scrive la Commissione, "si potrebbe prevedere che, in uno stadio ulteriore dell'approfondimento dell'Unione economica e monetaria, diverse competenze e funzioni vengano raggruppate sotto un unico ombrello".

Quindi "la sorveglianza economica e sui bilanci pubblici dell'area euro e dei suoi Stati membri potrebbe essere affidata ad un Tesoro dell'Eurozona, con il supporto dello European Fiscal Board", occupandosi anche del "coordinamento dell'emissione di possibili asset sicuri europei" e della "gestione delle funzioni di stabilizzazione macroeconomica".

Il Tesoro dell'area euro "avrebbe il compito di preparare decisioni e di eseguirle al livello dell'Eurozona. Per assicurare un corretto equilibrio di poteri, le funzioni decisionali sarebbero in capo all'Eurogruppo. Con più decisioni prese a livello dell'Eurozona, sarà anche essenziale assicurare un maggiore controllo parlamentare degli strumenti e delle politiche comuni in campo economico, finanziario e fiscale. I membri dell'Eurogruppo, come i ministri delle Finanze nei loro Stati membri, rimangono sotto il controllo dei Parlamenti nazionali".

Il Tesoro dell'Eurozona "riunirebbe competenze e servizi esistenti che sono oggi sparsi tra differenti istituzioni ed organismi, incluso l'Esm dopo la sua integrazione nel quadro giuridico Ue. Potrebbe essere messo sotto la responsabilità di un ministro delle Finanze Ue, che sarebbe anche presidente dell'Eurogruppo e dell'Ecofin".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS