Navigation

Settore para-alberghiero si attende una buona stagione invernale

Il settore para-alberghiero guarda all'inverno con ottimismo KEYSTONE/LUKAS LEHMANN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 21 novembre 2019 - 11:02
(Keystone-ATS)

Il settore para-alberghiero elvetico è in buona salute. Stando a un sondaggio di Parahôtellerie Suisse, le prenotazioni estive sono progredite e quelle per la stagione invernale si preannunciano promettenti. L'offerta di letti e di alloggi è destinata a crescere.

"Dopo una rallegrante stagione estiva, la situazione delle prenotazioni per l'inverno indica già una nuova progressione", si legge in una nota odierna. L'inchiesta è stata condotta presso membri dell'associazione, dello specialista di appartamenti di vacanza Interhome, di Reka, Ostelli della gioventù, Bed and Breakfast e TCS Camping.

Il mercato degli appartamenti di vacanza va per la maggiore. Quest'estate, il giro d'affari di Interhome (+4,5%) e Reka (+2,9%) è aumentato. La tendenza dovrebbe proseguire durante l'inverno 2019/20.

Presso Interhome, il numero di prenotazioni è salito del 4,6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ancor meglio il giro d'affari che registra un incremento dell'8%. "La crescita delle prenotazioni è equamente ripartita sulle nostre case e appartamenti di vacanza in tutta la Svizzera", ha affermato Roger Müller di Interhome Svizzera. I giorni festivi nel calendario natalizio quest'anno sono "favorevoli".

Presso Reka, si fanno le stesse osservazioni a proposito delle prenotazioni invernali, che sono in rialzo dell'1,2%, e del fatturato, in crescita di circa l'8%.

Svizzeri maggioritari in ostelli gioventù

Gli Ostelli della gioventù svizzeri puntano su una clientela indigena per compensare il calo del numero di turisti tedeschi e britannici. Dopo un aumento dei pernottamenti dell'1,2% e del 2,6% del giro d'affari quest'estate, le prenotazioni per la stagione fredda sono in crescita di circa il 5%.

Il mercato interno è favorevole, la quota di clienti svizzeri è salita di 3,4 punti percentuali quest'estate, ciò che rappresenta il 70% della clientela globale.

Anche per TCS Camping le cifre sono positive: "nel 2019 abbiamo potuto aumentare nuovamente i pernottamenti del 5,9% e stabilire un nuovo record annuale", ha indicato Oliver Grützner, responsabile del turismo e del tempo libero presso il Touring Club Svizzero.

Presso BnB Switzerland, infine, gli affari si sono mantenuti al livello del 2018. La struttura ha messo l'accento sul rilancio della sua presenza su internet prevista all'inizio del 2020. Parallelamente sta crescendo l'offerta di letti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.