Navigation

Sfondano il portone con l'auto e depredano cattedrale

Un assalto con modalità da film. KEYSTONE/AP/BOB EDME sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 novembre 2019 - 19:11
(Keystone-ATS)

Un'operazione commando per rapinare una cattedrale, a pochi chilometri da Lourdes: è avvenuto stanotte a Oloron-Sainte-Marie, nei Pirenei Atlantici.

Protagonista, un gruppo di almeno tre malviventi con il volto coperto, che hanno utilizzato un'auto-ariete per sfondare un portale medievale. Gravi danni alla chiesa, patrimonio dell'umanità Unesco, e al tesoro della cattedrale, depredato.

Sul cofano di una Peugeot 106, poi ritrovata abbandonata poco distante, i malviventi avevano fissato un tronco di albero per poter sfondare il portale laterale della cattedrale, in prezioso legno massiccio, di epoca medievale. Una volta all'interno dell'edificio, hanno spiegato i responsabili del Comune, i tre hanno arraffato il più possibile del tesoro della cattedrale, di cui fanno parte oggetti liturgici antichi, un calice, un ostensorio e diverse croci.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.