Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gruppo sangallese SFS, fabbricante di componenti di precisione e sistemi di fissaggio metallici, ha chiuso l'esercizio 2015 con un utile netto di 105 milioni di franchi, in calo del 4,7% rispetto all'anno prima.

Nei primi sei mesi del 2015, a causa del deciso rafforzamento della quotazione del franco svizzero, l'azienda aveva visto l'utile calare di oltre il 30%, precisa una nota odierna.

Gli effetti di cambio hanno invece ridotto solo dello 0,5% le vendite, di un valore di 1,38 miliardi di franchi. A parità di cambio il giro d'affari è cresciuto del 4,6%.

L'utile operativo EBIT (prima di interessi e imposte) ha per contro registrato una contrazione dell'8,8%, a 129 milioni di franchi.

Il risultato operativo EBITDA (prima della deduzione di interessi, imposte, ammortamenti e ammortamento dell'avviamento) è sceso dell'1,5%, a 267 milioni.

Per l'esercizio in corso il gruppo sangallese prevede, a cambi valutari stabili, una progressione del fatturato dal 2 al 4% e un margine operativo EBITDA del 13-14%, a fronte del 12,5% nel 2015.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS