Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'egiziano è stato colpito a morte con varie coltellate (foto pretesto).

KEYSTONE/APA/LPD WIEN/UNBEKANNT

(sda-ats)

Un richiedente è morto la notte scorsa in seguito alle coltellate ricevute durante una zuffa avvenuta ieri mattina in un centro che ospita persone destinate all'espulsione nella cittadina sangallese di Mels. Il presunto assalitore è stato arrestato.

La rissa è scoppiata ieri mattina poco dopo le 11.30 tra ospiti di un centro per richiedenti asilo respinti situato a Heiligkreuz, nel comune di Mels, a una trentina di chilometri a nord di Coira (GR), riferisce una nota odierna della polizia cantonale sangallese.

I soccorritori, avvertiti dalla direzione del centro, hanno trovato la vittima, un egiziano di 39 anni, in gravi condizioni. Dopo la rianimazione lo hanno portato all'ospedale, dove è poi morto.

Nel frattempo la polizia cantonale ha rintracciato il presunto accoltellatore, un algerino di 33 anni, nel centro cittadino di Mels, nei pressi del torrente Seez. Era già noto alle autorità perché autore di reati contro il patrimonio.

L'inchiesta è ancora in corso e la fonte non fornisce ulteriori dettagli sui motivi del fatto di sangue.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS