Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il tribunale distrettuale di Wil (SG) si è occupato oggi di una rissa fra quattro ragazze avvenuta nel novembre del 2013 alla stazione della città sangallese, con il risultato di denti rotti, ferite, contusioni e un'auto danneggiata. Alla principale imputata sono stati inflitti dieci mesi con la condizionale per ripetute lesioni gravi; all'amica che l'ha aiutata 120 aliquote giornaliere di 30 franchi, sempre con la condizionale, per complicità e lesioni semplici.

Una terza imputata, che si era difesa con dello spray al pepe, è stata assolta dall'accusa di lesioni, mentre la ragazza che l'accompagnava, presentatasi come parte civile perché ha riportato le ferite più gravi, ha ottenuto una riparazione morale per 3500 franchi.

Tutto è partito da questioni di gelosia tra due ex amiche, oggi di 20 e 19 anni, entrambe svizzere con famiglie di origine straniera, che già avevano attaccato briga sei settimane prima della colluttazione. La sera della rissa si erano dapprima insultate tramite messaggi con il telefonino per poi trovarsi alla stazione ferroviaria di Wil, dove c'è stata la zuffa.

La principale accusata, la 20enne, ha assalito con una mazza da baseball la più giovane avversaria, che ha reagito facendo uso di spray al pepe. L'amica di quest'ultima, che era rimasta in auto, è allora uscita dalla vettura per soccorrerla, ma ha avuto la peggio: è stata ripetutamente colpita al viso. Ha perso un dente e altri nove sono rimasti danneggiati. Ha inoltre riportato una ferita aperta al capo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS