Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gruppo ginevrino SGS intende aumentare la sua presenza nel commercio online. Il leader mondiale dell'ispezione e della certificazione vuole inoltre puntare maggiormente sullo sviluppo sostenibile.

In ambito ambientale "dobbiamo essere esemplari per poter in qualche modo ispirare i nostri clienti", indica oggi Frankie Ng, CEO di SGS in un'intervista pubblicata dal quotidiano L'Agefi. Il commercio online sta prendendo sempre più piede e "dobbiamo adeguarci", prosegue.

Secondo lui in futuro le ispezioni saranno sempre più realizzate automaticamente e gli specialisti concentreranno le loro attività sull'analisi e l'interpretazione dei dati raccolti.

Presente da 138 anni a Ginevra, SGS non intende lasciare la Svizzera. "Malgrado alcune incertezze, riteniamo che le condizioni continuino ad essere favorevoli", rileva, dicendosi convinto che "la terza riforma della fiscalità delle imprese non provocherà cambiamenti significativi".

La società intende anche restare fedele alla Borsa di Zurigo. "Il fatto di essere quotati in Svizzera accentua la nostra "svizzeritudine", ciò che migliora ulteriormente la nostra immagine d'indipendenza e incorruttibilità", aggiunge Ng.

Per il periodo 2017-2020 l'azienda prevede di proseguire il suo sviluppo in particolare in Cina (incluso Hong Kong) e in Nord America (Messico compreso).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS