Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SGS, leader mondiale nel campo delle ispezioni e delle certificazioni, nel primo semestre ha realizzato un utile netto di 214 milioni di franchi, in calo del 16,1% rispetto allo stesso periodo del 2014.

Il fatturato del gruppo ginevrino è diminuito dell'1,9% a 2,75 miliardi. Sul risultato hanno pesato spese di ristrutturazione e l'apprezzamento del franco svizzero.

Una nota odierna dell'azienda precisa che senza gli effetti di cambio il volume d'affari è progredito del 3,4%, di cui 1,8% di crescita organica e 1,6% di acquisizioni.

L'utile operativo EBITDA si è contratto dell'1,1%, a 548 milioni di franchi (+3,8% scevro gli effetti di cambio).

Gli analisti si attendevano in media un giro d'affari di 2,76 miliardi di franchi e un utile netto di 255 milioni.

Per il resto dell'esercizio il gruppo ginevrino prevede una crescita organica simile a quella del primo semestre, e intende migliorare i margini.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS