Navigation

Shalit: Svizzera accoglie favorevolmente liberazione soldato

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 ottobre 2011 - 16:11
(Keystone-ATS)

Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) ha accolto favorevolmente la notizia della liberazione del soldato israeliano Shalit avvenuta in seguito a un accordo tra le autorità di Tel Aviv e Hamas. La Svizzera, scrive oggi il DFAE, si è impegnata per la conclusione di tale intesa chiedendo ripetutamente alle parti di rispettare i loro obblighi nei confronti del diritto internazionale umanitario.

Il DFAE auspica che l'accordo, grazie al quale saranno liberati diverse centinaia di prigionieri palestinesi, contribuirà a creare più dialogo. I servizi di Calmy-Rey lanciano infine un appello alla normalizzazione della circolazione dei beni e delle persone tra la Striscia di Gaza e Israele, in particolare consentendo nuovamente le visite famigliari ai palestinesi originari di Gaza e detenuti nello Stato ebraico.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?