Navigation

SIC: Al Qaida è più debole

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 maggio 2011 - 10:26
(Keystone-ATS)

La Svizzera non è un obiettivo esplicito di Al Qaida e il nucleo principale del gruppo terroristico è stato fortemente indebolito dalla perdita di persone al comando. È quanto scrive il Servizio delle attività informative della Confederazione (SIC) nel rapporto annuale 2010.

Il documento pubblicato oggi ripercorre gli avvenimenti fino al febbraio 2011. Già prima della morte del suo leader Osama Bin Laden, Al Qaida ha infatti subìto diversi duri colpi: numerosi elementi chiave sono stati uccisi nel corso del 2010, scrive il SIC, che dal primo gennaio 2010 raggruppa i servizi di intelligence federali.

Ciò che resta del nucleo centrale del gruppo è attivo soprattutto in Pakistan e collabora con organizzazioni locali. Questa cooperazione ha creato una sorta di rete che sopperisce parzialmente alla perdita di singoli individui.

Secondo il rapporto, il nucleo principale ha comunque il ruolo dominante nell'ambito della propaganda, diffondendo a livello mondiale l'ideologia della Jihad. Anche in questo campo aumenta comunque l'attività di altri gruppi, come Al Qaida nella penisola araba.

Il SIC sostiene che non esistono prove di contatti fra Al Qaida e persone che vivono in Svizzera. La minaccia terroristica è debole, anche se un singolo attentato non può essere completamente escluso.

La Svizzera è stata menzionata dai terroristi in modo indiretto a causa della votazione popolare sul divieto di costruzione dei minareti. L'argomento è stato dibattuto dagli estremisti assieme ai divieti di indossare i burqa e alle caricature di Maometto.

In tutto il 2010 non sono stati riscontrati fatti concreti che facessero pensare ad un imminente attacco terroristico in Europa. Il Servizio ha evitato di lanciare allarmi nonostante numerose notizie a riguardo, in quanto le minacce arrivate erano sempre molto vaghe.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?