Navigation

Siccità: Ticino vieta fuochi all'aperto

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 marzo 2012 - 15:10
(Keystone-ATS)

La siccità del mese di marzo ha indotto il Ticino a vietare fino a nuovo ordine di accendere fuochi all'aperto. La misura è stata presa dopo un incendio di foresta verificatosi ieri pomeriggio sopra Mergoscia, nel Locarnese. Tuttavia si è ancora lontano dalla situazione allarmante del 2011.

Il mese di marzo si distingue per temperature sicuramente al di sopra del normale e scarse precipitazioni. In Ticino il favonio ha inoltre seccato la vegetazione, ha indicato un meteorologo di MeteoSvizzera. È sufficiente un mozzicone di sigaretta per far scoppiare un incendio.

Oltre al Ticino il divieto di fuochi all'aperto è stato ordinato anche nelle valli meridionali dei Grigioni, secondo Michael Reinhard, responsabile all'Ufficio federale dell'ambiente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?