Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Niente sigarette elettroniche su treni, bus e tram svizzeri dal prossimo 15 di dicembre, con l'introduzione del nuovo piano orario. Chi verrà beccato ad accendersi una e-cigarette sui mezzi pubblici riceverà una multa di 25 franchi. Lo ha riferito alla radio svizzero tedesca SRF1 Roger Baumann, portavoce dell'Unione dei trasporti pubblici (UTP).

Si tratta di assicurare la certezza del diritto, estendendo alle sigarette elettroniche le regole valevoli per le normali sigarette e la marijuana, ha detto il portavoce. Per un controllore di treno - ha aggiunto Baumann - è difficile distinguere se una persona fuma una e-cigarette o una tradizionale.

Le FFS accolgono con favore questa chiara disposizione, anche se il genere di sigarette in questione non causa praticamente mai problemi nel quotidiano ferroviario, ha detto all'ats il portavoce Reto Schärli. Le FFS chiedono già adesso ai consumatori di e-cigarette di spegnerle e tutto avviene in generale senza discussioni.

Negli aerei di Swiss le sigarette elettroniche sono vietate da sempre, ha ricordato la portavoce Myriam Ziesack.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS