Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Pur giudicando il lavoro dei media fondamentale per la società, la consigliera federale Simonetta Sommaruga, in occasione della consegna degli Swiss Press Awards a Berna questa sera, ha espresso perplessità sull'informazione pubblicata in tempi record su internet.

"Quando in occasione di conferenze stampa su temi politici complessi si informa in maniera molto rapida on line, non sono più certa se mi trovo di fronte a un progresso tecnologico o a un regresso giornalistico", ha affermato Sommaruga stando al testo scritto del suo discorso.

Lo stesso sentimento pervade la ministra di giustizia e polizia quando, dieci minuti dopo una conferenza stampa su importanti decisioni governative, sui siti è già possibile leggere un'analisi. La consigliera federale chiede retoricamente come sia possibile riflettere, cercare conferme e verifiche e strutturare una notizia in così breve tempo.

Alla consigliera federale non piace neppure la presunta tendenza a pubblicare sempre più frequentemente titoli che hanno poco a che fare con il contenuto dell'articolo. Il fenomeno c'è sempre stato, ma oggi riguarda anche media una volta più rigorosi, ha affermato.

Il lavoro del giornalista, anche quello che opera on line, resta di fondamentale importanza per la società, ha comunque voluto sottolineare. A questo proposito, la vicenda dei cosiddetti Panama Papers costituisce un esempio particolarmente significativo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS