Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il nuovo contratto collettivo di lavoro (CCL) per il personale di terra della compagnia aerea Swiss entrerà formalmente in vigore il primo luglio. I membri di SEV-GATA, della Società degli impiegati del commercio (SIC Svizzera), del Sindacato svizzero dei servizi pubblici (VPOD/SSP) e dell'associazione del personale PUSH hanno approvato il testo.

Il nuovo CCL concerne 1500 dipendenti, ha comunicato oggi Swiss. L'accordo prevede l'aumento del tempo di lavoro da 41 a 42 ore settimanali come pure dell'età di pensionamento che passa da 63 a 64 anni. Il contratto è valido fino alla metà del 2017 con la possibilità di prolungarlo, viene precisato.

I membri di SEV-GATA hanno accettato il nuovo CCL a maggioranza risicata (52%). Il risultato molto serrato è dovuto al fatto che il CCL apporta, parallelamente a una serie di migliorie, due importanti inconvenienti, ossia l'aumento del tempo di lavoro e l'adattamento del sistema di lavoro a turni, indica il presidente di SEV-GATA Philipp Hadorn, citato in un comunicato.

Un nuovo CCL (CCL 14+) entrerà in vigore sempre il primo luglio per i piloti regionali di Swiss. L'accordo concluso con i membri del sindacato dei piloti di Swiss European (IPG), sarà valido fino al marzo 2019 e concerne circa 230 persone.

SDA-ATS