Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È stimato ormai all'11,5% dell'intera popolazione siriana il totale delle persone morte o ferite a causa della guerra civile che insanguina la Siria da 5 anni.

Lo afferma il Syrian Centre for Policy Reserach (Scpr), citato oggi dal giornale britannico Guardian.

Secondo lo Scpr, i morti sarebbero saliti a 470.000, contro i 250.000 indicati finora dall'Onu: dato che - scrive il Guardian - non risulta aggiornato da circa 18 mesi.

Il conflitto, si legge nella ricerca, ha inoltre avuto "un impatto catastrofico" su infrastrutture nazionali e istituzioni del Paese, con costi per l'economia siriana valutati in "255 miliardi di dollari".

La ricerca viene pubblicata mentre sui media ritorna l'allarme per Aleppo, minacciata da un assedio che di fatto si protrae da oltre tre anni - da parte degli uni o degli altri - e obiettivo ora di una controffensiva delle forze governative siriane con l'appoggio aereo russo, sullo sfondo di una situazione che vede invece in difficoltà le milizie ribelli più attive nell'area che fra cui i qaedisti di Al Nusra.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS