Navigation

Siria: 4 civili uccisi da polizia, domani nuove manifestazioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 14 luglio 2011 - 19:58
(Keystone-ATS)

Quattro civili sono stati uccisi e sedici persone sono rimaste ferite oggi dalle forze di sicurezza in Siria, alla vigilia di nuove e annunciate manifestazioni contro il regime che continua a reprimere nel sangue da circa quattro mesi la contestazione popolare.

Le forze dell'ordine hanno "aperto il fuoco sui manifestanti a Deir al-Zor (nell'est del Paese) uccidendo due persone", ha affermato Abdel Karim Rihaoui, della Lega siriana dei diritti dell'Uomo. Cinque manifestanti sono rimasti feriti.

"La situazione nella città è molto tesa e gli abitanti sono in sciopero generale", ha proseguito l'attivista.

Nella città di Homs nel centro del Paese, terza città per estensione della Siria, due civili hanno trovato la morte e altri undici sono rimasti feriti, alcuni anche in maniera grave, colpiti dalle forze di sicurezza che utilizza colpi di mitragliatrice pesanti, ha specificato l'Osservatorio siriano dei diritti dell'Ouomo (Osdh).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?