Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È salito a quasi 600mila il numero di rifugiati fuggiti dal conflitto in Siria e registrati dall'Onu nei Paesi vicini e del Nord Africa. Secondo le ultime stime, il loro numero potrebbe continuare a salire rapidamente e raggiungere gli 1,1 milioni nel giugno 2013.

Al 6 gennaio, i profughi registrati o assistiti dall'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) in Egitto, Iraq, Giordania, Libano, Turchia e nel Nord Africa erano di 597.240, si legge nell'ultimo Bollettino Onu sulla situazione umanitaria in Siria. Di questi oltre 185mila in Libano, più di 173mila in Giordania e circa 151mila in Turchia. A metà dicembre, il numero di siriani registrati come rifugiati o assistiti nei paesi limitrofi era di 525mila, secondo i dati dell'Unhcr. Poco più di sei mesi fa, in maggio, era di 70 mila.

Il mese scorso l'Unhcr ha lanciato un appello chiedendo fondi per un miliardo di dollari da destinare alle operazioni umanitarie in favore dei rifugiati in fuga dalla Siria nei primi 6 mesi del 2013. L'appello stimava che durante la prima metà del 2013 i rifugiati siriani che avranno bisogno di assistenza raggiungeranno quota un milione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS