Navigation

Siria: al Arabiya, almeno 30 morti in venerdi sangue

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 ottobre 2011 - 11:02
(Keystone-ATS)

Sono almeno 30 i civili rimasti uccisi ieri in Siria quando le forze governative, nell'ennesimo venerdi di proteste, sono intervenute in varie località del paese per reprimere le manifestazioni anti-governative.

Lo rende noto la rete televisiva pan-araba Al Arabiya, citando testimoni e fonti dell'opposizione. Il precedente bilancio parlava di 27 morti.

Secondo l'emittente, le forze di sicurezza non solo hanno sparato a altezza d'uomo sui dimostranti ma in alcune località si sono scontrate con unità delle forze armate che si sono schierate con quanti chiedono le dimissioni del presidente Bashar el Assad.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?