Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente siriano Bashar al-Assad

KEYSTONE/EPA SANA/SANA / HANDOUT

(sda-ats)

Il presidente siriano Bashar al Assad ha concesso un'amnistia a tutti gli oppositori armati che si arrendono e consegnano le armi. Lo riferisce l'agenzia Sana, controllata dal governo siriano, che pubblica il relativo decreto presidenziale.

Nel decreto n.15 del 2016, si afferma che l'amnistia è concessa a chiunque abbia imbracciato le armi e che si arrendi e consegni le armi nell'arco dei prossimi tre mesi dalla pubblicazione del decreto.

L'amnistia concessa oggi da Assad è in concomitanza con le manovre politico-militari russe e governative siriane per assicurarsi il pieno controllo di Aleppo est, la parte controllata da insorti e ormai del tutto assediata dalle forze lealiste.

I russi hanno annunciato oggi l'avvio di una campagna umanitaria attorno ad Aleppo con l'apertura di tre diversi corridoi umanitari per i civili "ostaggio dei terroristi". Ieri il governo siriano aveva invitato i "terroristi" di Aleppo est a lasciare le armi.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS