Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Pkk ha lanciato un appello ai giovani curdi di Turchia perché prendano le armi per combattere contro i miliziani jihadisti dell'Isis che hanno lanciato negli ultimi giorni una dura offensiva, con l'appoggio di tank e di artiglieria pesante, contro la regione curda della Siria, riferisce la stampa turca.

In un messaggio diffuso su internet, il Pkk ha chiamato i giovani del 'Kurdistan turcò, il nord-est dell'Anatolia, ad "andare a Kobane (nome curdo di Ayn al Arab, ndr) per partecipare alla storica, onorevole resistenza" contro i jihadisti, responsabili di numerose atrocità in Siria e Iraq.

Il Pkk, riferisce Zaman online, ha inoltre accusato la Turchia di "continuare ad aiutare Isis, con armi e logistica" e di "appoggiare Isis nell'attacco contro Kobane".

L'opposizioine turca e il partito curdo siriano hanno più volte accusato Ankara di appoggiare i gruppi jihadisti in Siria, in particolare nei loro attacchi contro i curdi. La Turchia ufficialmente ha sempre negato.

Nei giorni scorsi però anche l'ex-ambasciatore Usa ad Ankara Francis Ricciardone ha confermato che la Turchia ha "lavorato" con i gruppi armati jihadisti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS