Il Pkk ha lanciato un appello ai giovani curdi di Turchia perché prendano le armi per combattere contro i miliziani jihadisti dell'Isis che hanno lanciato negli ultimi giorni una dura offensiva, con l'appoggio di tank e di artiglieria pesante, contro la regione curda della Siria, riferisce la stampa turca.

In un messaggio diffuso su internet, il Pkk ha chiamato i giovani del 'Kurdistan turcò, il nord-est dell'Anatolia, ad "andare a Kobane (nome curdo di Ayn al Arab, ndr) per partecipare alla storica, onorevole resistenza" contro i jihadisti, responsabili di numerose atrocità in Siria e Iraq.

Il Pkk, riferisce Zaman online, ha inoltre accusato la Turchia di "continuare ad aiutare Isis, con armi e logistica" e di "appoggiare Isis nell'attacco contro Kobane".

L'opposizioine turca e il partito curdo siriano hanno più volte accusato Ankara di appoggiare i gruppi jihadisti in Siria, in particolare nei loro attacchi contro i curdi. La Turchia ufficialmente ha sempre negato.

Nei giorni scorsi però anche l'ex-ambasciatore Usa ad Ankara Francis Ricciardone ha confermato che la Turchia ha "lavorato" con i gruppi armati jihadisti.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.