Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Arabia Saudita sta inviando soldati ed aerei da caccia nella base militare turca di Incirlik in vista di una possibile invasione di terra della Siria. Lo scrive il quotidiano britannico The Independent.

Secondo il giornale, il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha confermato la notizia in una dichiarazione oggi a un quotidiano turco. "L'Arabia Saudita ha dichiarato la sua determinazione contro l'Isis dicendo di essere pronta a mandare aerei e truppe", ha detto il ministro.

"Ad ogni incontro della coalizione abbiamo sempre sottolineato la necessità di un'ampia strategia orientata ai risultati nella guerra contro il gruppo terroristico Daesh - ha proseguito il ministro -. Se abbiamo una simile strategia la Turchia e l'Arabia Saudita potrebbero lanciare un'operazione di terra".

Cavusoglu, prosegue l'Independent, ha poi confermato che aerei e personale sono in viaggio verso Incirlik - vicino al confine siriano - aggiungendo che per ora i numeri non sono stati confermati.

Da parte sua, in un'intervista pubblicata oggi il ministro degli Esteri saudita Adel al-Jubeir ha detto che l'intervento russo non aiuterà il presidente Assad a rimanere al potere. "In futuro non ci sarà nessun Bashar al-Assad", ha detto a un giornale tedesco.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS