Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno 72 persone sono state uccise nelle violenze di oggi in Siria, secondo i Comitati locali di coordinamento (Lcc) dell'opposizione. Il bilancio più grave è quello segnalato a Damasco e nei suoi sobborghi, dove secondo gli Lcc 32 persone sono morte. Secondo la stessa fonte un uomo, Hamada Hussein al Rahil, e i suoi quattro figli, due maschi e due femmine, sono rimasti uccisi in un bombardamento aereo nel villaggio di Jisr al Ras, nella provincia di Hama.

L'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus) segnala scontri tra ribelli e soldati lealisti, accompagnati da bombardamenti governativi, a Dayr az Zor e Rastan, nella provincia di Homs, oltre che ad Aleppo, la città più popolosa del Paese, dove bombardamenti sarebbero stati effettuati sui quartieri di Sakhour, Hanano e Al Salhin.

La stessa fonte parla di un assalto lanciato dalle truppe governative contro il quartiere di Hajar al Aswad a Damasco. Scontri sono segnalati anche nel vicino campo palestinese di Yarmuk.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS