Navigation

Siria: attivisti, circa 170 morti nelle violenze di ieri

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 giugno 2012 - 07:21
(Keystone-ATS)

Circa 170 persone, in gran parte civili, sono morti ieri nelle violenze e nella repressione in Siria, secondo un bilancio stilato dall'Osservatorio siriano per i diritti umani.

Si tratta della giornata più sanguinosa dall'inizio della tregua formale stabilita il 12 aprile e secondo Rami Abdelrahmane, il direttore dell'Osservatorio, "di una delle più sanguinose dall'inizio della rivolta contro il regime siriano". Il bilancio più pesante è quello registrato nella regione di Homs, Deraa e Douma.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?