Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una bambina è rimasta uccisa e tre altri membri della sua famiglia sono rimasti feriti la scorsa notte in Iraq quando alcuni proiettili di mortaio lanciati dal territorio siriano sono piovuti sulla loro casa, nella città di Qaim. Lo rende noto l'agenzia irachena Nina.

Qaim si trova nella provincia occidentale irachena di Anbar, che confina con la Siria. Secondo fonti della sicurezza irachena, i proiettili di mortaio, che hanno danneggiato altre tre case, erano stati lanciati dalla città siriana di Abu Kamal.

La bambina uccisa si aggiunge quindi al bilancio di 170 uccisi nelle violenze di ieri in Siria, fornito dall'Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS