Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio federale ha annunciato oggi la revisione totale delle sanzioni contro la Siria. Le misure sono state inasprite ieri a causa del deteriorarsi della situazione nel Paese arabo. L'annuncio è stato fatto oggi tramite il sito del Dipartimento federale dell'economia (DFE).

La Svizzera ha modificato la lista delle persone con divieto di soggiorno e transito, provvedendo al congelamento dei loro beni su territorio elvetico. Si tratta di venticinque fra responsabili militari e di polizia, sospettati di torture nei confronti degli oppositori.

Le sanzioni riguardano anche alcune imprese, fra cui la compagnia aerea nazionale. La Confederazione si allinea ai provvedimenti presi dall'Unione europea, ha precisato all'ats il portavoce della Segreteria di Stato dell'economia (SECO). Inoltre sono stati applicati divieti di importazioni e esportazioni, in ambiti come quello militare o finanziario.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS