Navigation

Siria: bomba a sede sicurezza, decine di persone uccise

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 settembre 2012 - 10:38
(Keystone-ATS)

Una sigla dei ribelli siriani ha rivendicato un attacco dinamitardo contro una sede dei servizi di sicurezza a Damasco, nel quale sono stati uccisi, secondo la fonte, "decine di coscritti e ufficiali" del regime.

A rivendicare l'attacco di stamani è il Gruppo dei Compagni dell'Islam (Tajammu Ansar al Islam), formazione siriana sunnita con tendenze radicali che opera nella regione di Damasco all'interno della galassia dei gruppi ribelli anti-regime.

"Abbiamo fatto esplodere la sede della sicurezza e degli shabbiha (le milizie lealiste) vicino alla sezione Palestina (dei servizi d'intelligence dell'esercito)", affermano nel comunicato sulla loro pagina Facebook.

"Abbiamo ucciso decine di coscritti e ufficiali e quest'operazione fa parte di una serie di azioni da noi condotte contro le bande di Assad".

Secondo il gruppo, gli ufficiali e i coscritti uccisi erano ospitati in un edificio scolastico trasformato in caserma, ed erano stati la settimana scorsa impegnati nei "massacri" compiuti a Hajar Aswad, sobborgo meridionale di Damasco dove sono stati rinvenuti decine di corpi di civili giustiziati sommariamente.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?