Navigation

Siria: Centro documentazione,30 uccisi da governativi

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 maggio 2012 - 19:43
(Keystone-ATS)

Sono almeno 30 i siriani uccisi oggi in varie regioni della Siria dalla repressione delle forze fedeli al presidente Bashar al Assad e in scontri tra ribelli e governativi. Lo riferisce il Centro di documentazione delle violazioni in Siria (Vdc, vdc-sy.org) che fornisce un bilancio dettagliato e aggiornato delle vittime.

Delle 30 vittime, tre sono disertori armati e gli altri sono civili. Tra questi si contano quattro minori e due donne. Sei civili erano stati uccisi alcune settimane fa a Homs, nel quartiere Qusur, ma solo oggi i loro corpi sono stati rinvenuti sotto le macerie di un edificio crollato. Fanno parte delle famiglie al Ghafari e Shaykh al Suq.

Gli altri 24 morti sono stati uccisi oggi in varie regioni: Homs (5), Dayr az Zor (6, di cui i tre disertori), Hama (6), due a Dumayr (sobborgo di Damasco), altrettanti a Hasake, Idlib e uno nella regione di Daraa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?