Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le tensioni in Medio Oriente e nel nord Africa hanno elevati costi "umani ed economici. In Siria solo, le stime preliminari sui costi della Guerra sono di oltre 170 miliardi di dollari".

Lo afferma il presidente della Banca Mondiale, Jim Yong Kim, sottolineando che "più di 15 milioni di persone hanno lasciato le loro case, in quella che è il maggiore trasferimento forzato dalla Seconda Guerra Mondiale.

"La Banca Mondiale ha una nuova strategia per il Medio Oriente e il Nord Africa perché il 'business as usual' non è più un'opzione. La nostra nuova strategia cercherà di promuovere l'inclusione economica e sociale per contribuire alla pace e alla stabilità nella regione. E si propone di farlo affrontando le cause del conflitto e delle violenze, ma anche le necessità delle persone colpite dai conflitti" afferma Kim, sottolineando che gli sforzi della banca Mondiale includono, fra l'altro, la "promozione della cooperazione regionale e la mobilitazione degli sforzi di ripresa e ricostruzione".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS