Navigation

Siria: Damasco ha accettato piano Annan

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 marzo 2012 - 13:13
(Keystone-ATS)

Il governo siriano ha scritto all'inviato speciale dell'Onu e della Lega Araba per la Siria, Kofi Annan, per accettare "il suo piano in sei punti" sostenuto dal Consiglio di sicurezza dell'Onu per risolvere la crisi nel Paese. Lo riferisce il portavoce di Annan, Ahmad Fawzi.

Kofi Annan ha immediatamente "scritto al presidente Assad esortando il governo siriano a mettere subito in atto i suoi impegni". L'attuazione sarà infatti "la chiave, non solo per il popolo siriano, intrappolato nel mezzo di questa tragedia, ma anche per la regione e la comunità internazionale nel suo complesso", aggiunge il portavoce in una nota.

L'ex segretario generale dell'Onu lancia quindi un appello ai "paesi chiave affinché sostengano questo sviluppo e contribuiscano a garantirne l'effettiva attuazione". Annan si è recato a Mosca nei giorni scorsi e si trova a Pechino per discutere della crisi siriana e mentre il governo siriano agirà per rispettare gli impegni, "sarà pronto ad agire per lavorare con tutte le parti per garantire l'attuazione del piano a tutti i livelli", afferma la nota.

Annan ha espresso apprezzamento per l'ampio appoggio ai suoi sforzi di mediazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?