Navigation

Siria: Erdogan, "resteremo fino a eliminazione terroristi"

La Turchia non lascerà la Siria finché "tutti i gruppi terroristici non saranno eliminati", ha detto il presidente Recep Tayyip Erdogan. KEYSTONE/EPA/WILL OLIVER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 05 dicembre 2019 - 09:42
(Keystone-ATS)

La Turchia non lascerà la Siria finché "tutti i gruppi terroristici non saranno eliminati". Lo ha detto il suo presidente Recep Tayyip Erdogan in un discorso dopo il vertice della Nato di Londra.

La politica estera di Ankara è "indipendente", ha aggiunto il suo leader, respingendo ancora una volta le critiche degli Alleati per l'offensiva contro i curdi.

"La Turchia non chiede il permesso ad altri per operazioni per la sua sicurezza", ha aggiunto Erdogan, puntando il dito contro "quelli che pensano di poter mettere in riga" il suo Paese con "ricatti".

"Noi non abbiamo messo gli occhi sulla terra siriana, ma quelli che lo fanno dovrebbero andarsene", ha aggiunto il presidente turco, tornando a chiedere il supporto degli Alleati contro le milizie curde dell'Ypg: "La determinazione mostrata contro gruppi terroristici come (il sedicente Stato islamico) Isis e Al Qaeda andrebbe mostrata anche contro altre strutture".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.