Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Noi siamo realmente moderati e combattiamo per la democrazia e la libertà, contro ogni forma di estremismo": lo sostiene il comandante dell'Esercito siriano libero (Esl), Selim Idriss, in un'intervista all'americana Pbs.

"Siamo in grado -dice- di dare tutte le garanzie necessarie sul fatto che ogni tipo di arma che ci sarà consegnata finirà nelle mani giuste".

"I gruppi jihadisti o estremisti - conclude - non hanno alcun accesso (alle armi dell'Esl) e noi non condividiamo con loro alcuna informazione".

"Penso che siamo molto vicini al collasso e alla caduta del regime di Assad. E speriamo che i nostri amici negli Stati Uniti e i nostri amici in Europa ci aiutino, come russi e iraniani stanno aiutando un regime criminale", ha affermato Selim Idriss, rivolgendosi agli americani per chiedere ancora una volta maggiore sostegno militare ai ribelli.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS