Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno 21 persone, di cui quattro bambini e sei donne, sono morte questa mattina a causa di una forte esplosione nella provincia di Deraa, nel sud della Siria, dove è distaccato un battaglione dell'Esercito. Lo riferisce la ong Osservatorio siriano dei diritti umani. Al momento dell'esplosione le vittime viaggiavano su un furgone.

Attivisti all'opposizione hanno detto all'Osservatorio siriano per i diritti umani che le vittime viaggiavano su un minibus. L'automezzo, sempre secondo gli attivisti, è esploso nella città meridionale di Noa, al passaggio su una mina piazzata dalle forze fedeli al presidente Bashar al Assad. Per ora il governo non ha commentato l'attentato.

L'Osservatorio, che ha sede in Gran Bretagna, ha riportato oggi scontri in gran parte delle province siriane, incluso l'utilizzo di aerei da parte del regime nella città di Deir al-Zor (est).

Secondo l'osservatorio almeno 27 soldati del governo sono stati uccisi durante gli scontri a Deir al-Zor negli ultimi due giorni, mentre secondo i ribelli il numero dei morti è stato più del doppio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS