Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Decine di persone, tra cui civili, sono rimaste uccise oggi nel nord-ovest della Siria in un bombardamento russo ad una stazione di benzina nella regione di Idlib, non controllata dall'Isis.

Lo riferiscono all'ANSA fonti locali poco lontane da Maarrat Naasan. Secondo le notizie non verificabili sul terreno, i morti sono almeno 35. Le stesse fonti hanno filmato gli effetti del bombardamento su quello che viene descritto come "il mercato del mazot", il combustibile domestico usato per far funzionare le stufe durante l'inverno.

In una zona controllata dall'Isis nel nord della Siria i bombardamenti russi hanno ucciso 12 civili, tra i quali donne e bambini. Lo riferisce l'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus) e fonti della regione di Aleppo, secondo cui aerei militari di Mosca hanno colpito il villaggio di Maskana a est di Aleppo nel distretto di al Bab.

Dal 30 settembre la Russia conduce un'intensa campagna aerea a difesa delle forze governative siriane.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS