Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Miliziani delle unità di autodifesa curde (Ypg) e combattenti arabi delle Forze democratiche siriane sostenute dagli Usa hanno avviato un'offensiva dal nord della Siria in direzione di Raqqa, la roccaforte dell'Isis nel Paese.

Lo hanno riferito fonti curde citate dal sito curdo-iracheno Rudaw. Ma per ora, precisa la televisione panaraba Al Jazira, i combattimenti si svolgono in una regione una sessantina di chilometri a nord di Raqqa.

L'offensiva è stata lanciata da tre direzioni, secondo una fonte delle Forze democratiche siriane. "All'inizio - ha aggiunto - i nostri miliziani avanzeranno sui villaggi del Piccolo Fatse, il Grande Fatse e Tishi per ripulirli dalla presenza dei jihadisti dell'Isis".

La fonte ha aggiunto che l'avanzata avviene con la copertura aerea della Coalizione internazionale a guida americana. "Il nostro obiettivo - ha concluso - è di liberare Raqqa, come è stato richiesto diverse volte dalla popolazione della città".

Raqqa, situata sulle sponde dell'Eufrate 160 chilometri a est di Aleppo, è la 'capitale' dello Stato islamico in Siria dall'estate del 2014. Dal settembre di quell'anno la Coalizione a guida Usa compie bombardamenti sulle postazioni dell'Isis nella regione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS