Navigation

Siria: Francia a Ue, valutare opzione corridoi umanitari

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 novembre 2011 - 18:09
(Keystone-ATS)

Un appello è stato lanciato dalla Francia all'Unione europea affinché valuti l'opzione di "corridoi umanitari" in Siria: lo ha detto il ministro degli Esteri francese Alain Juppé, nel corso di una conferenza stampa a Parigi.

In particolare, ha affermato Juppé al termine di un incontro a Parigi con Burhan Ghalioun, leader del Consiglio nazionale dell'opposizione siriana, la Francia proporrà all'Unione europea di esaminare la possibilità di stabilire "corridoi umanitari" in Siria. "I corridoi umanitari - ha aggiunto Juppé - sono un punto che abbiamo esaminato (con Ghalioun, ndr.) e chiederò alla prossima riunione del consiglio dei ministri europei di mettere questo punto all'ordine del giorno".

"Il Consiglio nazionale siriano - ha detto Juppé - è l'interlocutore legittimo con il quale continueremo a lavorare". Juppé ha aggiunto che un eventuale riconoscimento formale arriverà in un secondo momento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?